Tessaro sr. Rita Assunta

Missionaria della Consolata

Nata a Sorriva di Sovramonte il 01.07.1939

 

Partita nel 1969 come infermiera professionale, al servizio della diocesi di Lichinga e di Inhambane, in Mozambico, dove opera nel campo sanitario, con i malati di Tubercolosi, AIDS, bambini orfani  e famiglie.

 

Amico del Popolo, 3 Marzo 2000

            Il Mozambico è flagellato da piogge torrenziali. Suor Rita si trova in mezzo alle inondazioni che hanno colpito il paese africano, seminando morte e distruzione nei villaggi. È nella missione della Consolata ad Inhambane, distante 600 km dalla capitale. La zona tra le più colpite dall’alluvione: secondo la religiosa, non esiste memoria di inondazioni simili.

            Suor Rita dice che servono soprattutto cibo e medicinali per fermare le epidemie, reperibili nel vinico Sud Africa.

Amico del Popolo, 23 Agosto 2001

«Mi sento realizzata e sono felice, ho dato ciò che potevo e spero di farlo a lungo, finché vivo; ormai il Mozambico è la mia terra. Sono infermiera in un ospedale senza medico, dove c’è bisogno di tutto e di tutti.»

Amico delPopolo, 30 settembre 2005

«Sono di professione infermiera, e purtroppo, il lavoro non mi è mai mancato: malattie di ogni tipo, ferite..e chi più ne ha, più ne metta! Anni di guerra dove non c’era certezza, non solo nel domani, ma neanche nell’oggi. Oggi, il problema principale dell’Africa soprattutto quella Sub-Sahariana, è rappresentato dall’AIDS. La percentuale dei colpiti da questa malattia, pur variando da luogo a luogo, è impressionante: non meno del 40-50%. Ci sono un milione e mezzo di bambini orfani, a causa di questa malattia!»

Comments are closed.